Crea sito

PERCHÈ ALLE RIUNIONI SONO TUTTI IN RITARDO?

Dilbert, di Scott Adams

COME FUGGIRE DA UNA RIUNIONE


SECONDA PARTE

riunione-lavoro.jpg

 

3 GATTONARE SOTTO IL TAVOLO

a) Valutate dimensioni e forma del tavolo.

Il tavolo da conferenza ideale per fuggire è rettangolare e permette di sedersi ad almeno 12 persone (meglio se sono di più), con alcune sedie lasciate vuote. Se il tavolo non è al completo, i partecipanti tendono a raggrupparsi al centro o a una delle estremità del tavolo, di solito lasciandone una o entrambe libere per una via di fuga. Non provate a scappare passando sotto un tavolo rotondo: potreste non avere che piedi e gambe a sbarrarvi la strada.

b) Scivolate sotto il tavolo.

Attendete il momento in cui nessuno vi sta guardando e scivolate furtivamente dalla sedia. Spingete la sedia contro il muro o lasciatela al suo posto: dipende da quanto affollato è il tavolo. Non attirate l’attenzione.

c) Gattonate.

Avanzate a quattro zampe verso il centro della tavola. Evitate di urtare tibie, piedi o le scarpe di qualcuno. Se vi scoprono, dite che stavate cercando la penna.

d) Seguite con attenzione la conversazione.

È  probabile che l’estremità del tavolo sia molto vicina alla porta. Aspettate finché qualcuno seduto all’altro lato non incomincia a parlare: tutti si volteranno in quella direzione.

e) Continuate a quattro zampe.

Sempre gattonando, uscite da sotto il tavolo e raggiungete la porta. Afferrate la maniglia e apritela senza far rumore. Controllate se fuori c’è qualcuno.

f) Uscite dalla sala.

Quando la via è libera, sempre a gattoni uscite in corridoio.

g) Alzatevi e allontanatevi.

Per vostra informazione

Se progettate di scappare in questo modo, indossate vestiti non aderenti.

La maggior parte delle persone dispone di una visione periferica limitata; quando guardano dritto davanti a loro, non sono in grado di vedere un oggetto posto di lato a un angolo maggiore di 45 gradi. Tenetelo presente per capire se qualcuno si accorgerà della vostra fuga.

Se i vostri piani di fuga non hanno successo, versatevi una tazza di caffè tiepido sui pantaloni. Oltre a conquistare la simpatia dei colleghi, avrete una scusa perfetta e ben visibile per abbandonare la riunione. E anche se dovessero domandarvi come mai non siete rientrati, potete sempre dire di esservi leggermente ustionati… non pensiamo che vorranno insistere e verificare!

Fonte

—————————————–

Segnalo molto volentieri il sito, ricco di contenuti, di Margherita Sassi, psicologa dello sport:  Bene-stare

 

COME FUGGIRE DA UNA RIUNIONE


PRIMA PARTE

riunione.jpg

 

Non passa giorno in cui negli uffici di tutto il mondo non si compia il quotidiano rito della riunione, forma arcaica e primordiale di “tortura”…

1- SPARIRE SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI

a) Fate atto di presenza.

Preparate il terreno alla vostra uscita di scena, tenendo per primi un breve discorso o una piccola presentazione, o segnalando in qualche altro modo la vostra presenza. Così tutti si ricorderanno che eravate lì.

b) Richiamate l’attenzione su di voi.

Uscite e rientrate ripetutamente dalla sala riunioni. Dite:”Ragazzi, questo caffè mi ha squassato le viscere!” e andate in bagno un paio di volte. Assicuratevi che tutti notino che siete tornati.

c) Filatevela.

La terza volta che uscite dalla sala, non tornate più.

2 ECLISSARSI SVIANDO L’ATTENZIONE

a) Manifestate interesse nell’attesa che inizi la riunione.

Prima della riunione, dite al vostro capo o a un collega: “Non vedo l’ora di ascoltare quello che ha da dirci Phil”, oppure: “In quale sala si terrà la riunione?”. Mettete in chiaro che a questa riunione voi tenete sul serio e non ve la perdereste per nulla al mondo.

b) Sedetevi lontano dal centro dell’attenzione.

Prendete posto nel lato della sala opposto a quello dove sta la persona che dovrà condurre la riunione, o dove è posto lo schermo su cui sarà proiettata la presentazione.

c) Tagliate la corda.

Quando le luci si abbassano e inizia la presentazione, alzatevi dalla sedia senza far rumore. Se ci sono sedie vuote intorno al tavolo, semplicemente allontanatevi dalla vostra. Se invece tutte le sedie sono occupate, spostate la vostra dal tavolo fino ad appoggiarla contro il muro, in modo che nessuno noti che è vuota. Lasciate la sala e non tornate più tenetevi pronta una scusa credibile: la visita inaspettata di un cliente o di un fornitore, un problema urgente capitato a vostra moglie/vostro figlio/vostro cane.

Fonte